Escursione sul Rigi: 1414 metri di altitudine per salire verso la felicità comune.

Quando ero una studentessa a Lucerna, il Rigi era un po’ come la mia casa: in primavera guardavo i fiori alpini germogliare, in estate fuggivo dal calore della pianura, in autunno scappavo a gambe levate dalla nebbia e in inverno mi avventuravo con lo slittino giù per la montagna. Finalmente era arrivato anche il tempo di fare un’escursione sulla «Regina delle Montagne».

rigi_wanderweg

Così l’ultimo giorno di settembre sono salita di primo mattino sul treno da Berna a Lucerna. È sempre bello condividere i momenti felici, quindi in treno ci siamo seduti vicini in cinque e dormicchiando abbiamo ammirato lo spettacolo dell’alba all’orizzonte. Una giornata autunnale fantastica e con un clima quasi estivo ci aspettava con il suo cielo terso. Non è stato così difficile convincere il gruppetto di escursionisti a scoprire il Rigi: i cittadini di Berna sono sempre aperti alle novità, e chi si lamentava della lunghezza e del costo del viaggio per raggiungere il Rigi si è convinto grazie ai vantaggi della carta giornaliera Plus, che per la gioia di tutti include la gita in battello sul Lago dei Quattro Cantoni e i viaggi con le ferrovie del Rigi, che fanno parte della rete della carta giornaliera e dell’AG.

_mg_0451

In viaggio verso la gioia dell’escursione con la motonave Winkelried.

Una volta arrivati a Lucerna, ci siamo affrettati per raggiungere il molo dove siamo saliti sulla motonave Winkelried destinata a Vitznau. Il sole splendeva sulle cime e Lucerna mostrava il suo lato più luminoso. Dopo un viaggio di un’ora e diverse grida divertite abbiamo raggiunto Vitznau, ai piedi del Rigi. Tutti i viaggiatori sembravano disposti a sgomitare per accaparrarsi un posto sulla piccola ferrovia rossa del Rigi, soltanto noi non eravamo interessati. Abbiamo oltrepassato la stazione a piedi e iniziato subito la nostra escursione: ci aspettavano 1414 metri d’altitudine e 10 chilometri, da Vitznau passando per Gruebisbalm, Romiti-Felsentor, Rigi Kaltbad, Rigi First e sempre più in alto fino ai 1798 metri di Rigi Kulm.

aussicht

Piccole ricompense: Gustarsi una fonduta all’aperto circondati dal fantastico panorama alpino.

Il sentiero idilliaco ci fa salire di qualche metro con un percorso mai monotono. Si attraversano alcune volte i binari della ferrovia del Rigi e, facendo un po’ di pause, si gode di una vista mozzafiato sul Lago dei Quattro Cantoni e sulle montagne. Il paesino Rigi Kaltbad e i suoi numerosi turisti è arrivato come un fulmine a ciel sereno – tanto rumore tutto in una volta ci ha colto di sorpresa. Con un filo di gas ci lasciamo la vivace vita del villaggio alle spalle (e purtroppo anche la spa dal design accattivante Rigi Kaltbad) e ci mettiamo alla ricerca del sentiero in salita più solitario. Dopo avere faticato per ben tre ore, lo stomaco ci implora di prendere una pausa. Vicino al Rotstock troviamo un luogo di riposo ideale per fermarci e svuotare i nostri zaini pieni di formaggio, pane, vino bianco e un fornellino da campeggio. Ci gustiamo la nostra strepitosa fonduta di formaggio all’aperto tra gli occhi invidiosi (degli svizzeri) e gli sguardi meravigliati (dei turisti).

dsc05368 fondue

Sulla vetta.

Con tutto quel formaggio fuso e vino bianco nello stomaco, l’escursione è decisamente più difficile. Siamo quindi molto felici di iniziare a vedere da lontano l’antenna della televisione bianca e rossa del Rigi Kulm, perché in effetti il tempo passa meno velocemente rispetto alle tre ore precedenti. Intanto i numerosi turisti che si fanno i selfie sull’orlo del sentiero ci distraggono dalle nostre fatiche. L’escursione solitaria finisce al più tardi a Rigi Staffel, dove da ogni parte arrivano frotte di turisti da tutto il mondo per avventurarsi lungo l’amata escursione di montagna della Svizzera centrale.

_mg_0511

Così ci arrampichiamo per gli ultimi metri insieme ad altri turisti per raggiungere l’antenna, dove ci aspetta un grandioso panorama a 360° gradi. Lasciandoci alle spalle i tentativi di indovinare i nomi dei 13 laghi visibili e delle innumerevoli cime, ci avviamo verso il ristorante Rigi Kulm. Tra caffè, torta e birra io e i miei accompagnatori passiamo nuovamente in rassegna la nostra escursione e concordiamo su una cosa: nonostante le gambe stanche, lo stomaco pieno di formaggio e le lievi scottature ne è valsa la pena. Il monte Rigi merita di essere visitato anche da chi abita le pianure di Berna. Pieni di soddisfazione, saliamo sul treno che corre lungo la ferrovia a cremagliera del Rigi e scendiamo tutti i 1414 metri fino a Vitznau.

_mg_0484

Maggiori informazioni sull’escursione sul Rigi da Vitznau.

  • Inizio: Attracco del battello a Vitznau
  • Arrivo: Rigi Kulm (1797 m) e ritorno a Vitznau con la ferrovia a cremagliera
  • Consigli per il viaggio: con battello per Vitznau da Lucerna. Con la carta giornaliera Plus o la conveniente offerta RailAway
  • Via: Gruebisbalm (904 m) – Romiti (1195 m) – Rigi Kaltbad (1436 m) – Rigi First (1480 m)
  • Durata:circa 4,5 h
  • Dislivello: Salita 1414 m e discesa solo 57 m
  • Distanza: 10 km
  • Tipologia dei sentieri: 10% asfalto, il resto per lo più ghiaia.
  • Sudare per la fatica: 
    tropfentropfentropfentropfen_grautropfen_grauda una parte a causa del clima caldo di settembre, dall’altra parte per colpa dei 1414 metri di altitudine che provocano diverse gocce di sudore
  • Sudare per la paura: 
    tropfentropfen_grautropfen_grautropfen_grautropfen_graufino a Rigi Kaltbad i sentieri dell’escursione sono solitari, da Kaltbad serve molta attenzione per non essere colpiti dai selfie-stick
  • Fauna: Asini, capre, pecore, mucche, farfalle
  • Flora: Molti colchici d’autunno, alcune genziane e tantissimi fiori a me sconosciuti, ma nonostante questo bellissimi
  • Punto di forza: ovviamente la vista sul fantastico panorama montuoso
  • Fermarsi a bere e mangiare: Lungo la salita si trovano moltissimi rifugi alpini invitanti, quindi difficilmente si soffrono la fame e la sete

 

Carta giornaliera Plus.
Viaggiare con amici e famiglia in autunno conviene: la carta giornaliera Plus è disponibile dal 19 settembre al 6 novembre 2016 ed è valida per piccoli gruppi da due a quattro persone. www.ffs.ch/plus

 

2 articoli

1 commento su “Escursione sul Rigi: 1414 metri di altitudine per salire verso la felicità comune.

Funzione commenti disattivata

Mostrare tutti i commenti