Geneva International Motor Show: 5 domande al Direttore André Hefti.

Dall’8 al 18 marzo si terrà l’88° Geneva International Motor Show.Cosa accomuna le FFS e le automobili? Tantissimo, molto di più di quanto ci si possa immaginare…

L’industria automobilistica è in pieno fermento. Nel prossimo futuro cambieranno radicalmente le nostre abitudini e la nostra interpretazione in materia di traffico privato. Il Salone dell’auto di Ginevra presenterà questo sviluppo e per l’88ª volta riunirà in Svizzera tutti i marchi più grandi del mondo. Anche quest’anno le FFS saranno rappresentate al Salone dell’auto. Nel padiglione 6 troverete informazioni sulla Green Class FFS, la nostra proposta di mobilità combinata per rotaia e strada che rispetta l’ambiente.

Treni speciali da e per Ginevra.

Come ogni anno, accanto all’ampia offerta di treni, organizziamo treni speciali da e per l’aeroporto di Ginevra che vi permetteranno di raggiungere comodamente e senza ingorghi il Palexpo di Ginevra che ospita il Salone dell’auto. Approfittate anche voi dell’interessante offerta combinata RailAway: Se utilizzate i mezzi pubblici per il viaggio di andata e ritorno, riceverete uno sconto del 30% sul prezzo del biglietto d’ingresso per il Salone dell’auto.

 

Nella nostra intervista, André Hefti, Direttore del Geneva International Motor Show ci svela i motivi per cui non vede l’ora che inizi l’evento e quando anche lui opta per il treno al posto dell’auto.

André Hefti, Direttore del Salone dell’auto di Ginevra.
André Hefti, Direttore del Salone dell’auto di Ginevra.

Quando ha visitato per la prima volta il Salone dell’auto e quali ricordi conserva ancora?
Era il 1961, avevo solo 14 anni e mi ricordo ancora bene quell’evento. All’epoca il Salone veniva organizzato nella città di Ginevra. Ho conservato come preziose reliquie i prospetti che avevo raccolto dagli espositori.


Quali sono le novità che riusciranno a sorprendere in modo particolare i visitatori del 88° Salone dell’auto?
Quest’anno gli espositori si sono concentrati in modo particolare nell’integrazione dell’elettronica nelle autovetture. L’automobile sta vivendo un’importante fase evolutiva che nella storia si è vista solo poche volte. Il punto focale è rappresentato dall’armonizzazione dei diversi mezzi di trasporto.

Può darci alcuni dati numerici sul Salone dell’auto 2018?
Circa 850 autovetture saranno esposte su una superficie di 73 000 metri quadri. L’illuminazione dei padiglioni è garantita da oltre 11 000 luci a soffitto. Durante le giornate aperte al pubblico lavoreranno quotidianamente 3500 persone nei padiglioni della fiera.

Quanto dura l’allestimento di questo tipo di evento?
L’allestimento rappresenta senza dubbio la fase più importante. Quest’anno abbiamo iniziato a montare gli stand della fiera già il 16 febbraio. Per il montaggio degli stand più grandi abbiamo iniziato l’8 febbraio, quindi circa un mese prima dell’inizio della fiera.

Per quali motivi decide di utilizzare i mezzi di trasporto pubblici e quali sono i vantaggi principali?
La rotaia, la strada e il traffico aereo: questa trilogia ha un forte impatto sulla mobilità personale. Per i viaggi più lunghi in Svizzera, ad esempio da Zurigo a Ginevra, preferisco il treno che mi permette di lavorare ai miei dossier senza dover stare attento al traffico. Inoltre, il treno mi permette di ridurre sensibilmente i tempi di viaggio.

2 articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *