In anticipo sui tempi.

Perché sugli orologi delle stazioni FFS, dopo ogni minuto, la lancetta dei secondi si ferma sul 12 prima di procedere con il giro successivo? In vista dell’imminente cambio dell’ora, ti sveliamo dove nasce il nostro orologio ferroviario.

 

A Sumiswald, un comune di 5000 abitanti nella profonda Valle dell’Emmen, la Moser-Baer produce l’orologio più famoso della Svizzera. A renderlo unico è la sua lancetta dei secondi rossa: al completamento di ogni minuto fa una pausa, quasi volesse riprendere fiato prima di ripartire. Abbiamo fatto visita all’azienda e le abbiamo chiesto di mostrarci come nasce il famoso orologio delle FFS.

 

 

Gli albori.

L’intramontabile orologio delle stazioni FFS viene disegnato nel 1944 dal collaboratore FFS, ingegnere elettrotecnico e designer Hans Hilfiker. Per la lancetta dei secondi, Hilfiker si ispira alla paletta usata ai tempi dai capimovimento per dare il segnale di partenza ai treni.

© FFS Historic

La Moser-Baer, azienda produttrice di orologi industriali di Sumiswald, fornisce la raffinata tecnica necessaria al funzionamento e su licenza delle FFS realizza l’orologio ferroviario FFS così come lo conosciamo oggi. Nel corso degli anni il suo design è rimasto invariato, mentre la tecnica è passata attraverso diversi aggiornamenti.

 

 

Il segreto della pausa della lancetta dei secondi.

Nel 1947 non è ancora possibile far girare meccanicamente in modo preciso un orologio con impulsi al secondo. Le FFS, tuttavia, insistono sulla lancetta dei secondi. Un compito delicato per la Moser-Baer.
La soluzione è presto trovata: un orologio madre invia ogni minuto un impulso a tutti gli orologi delle stazioni svizzere e appena la lancetta dei minuti scatta avanti, la lancetta dei secondi viene sbloccata e riprende a muoversi. Per questo è necessario che la lancetta dei secondi completi il giro in 58 secondi e mezzo. In questo modo può fermarsi sul 12 in attesa dell’impulso del minuto successivo. Grazie a questo principio tutti gli orologi nelle stazioni risultano perfettamente sincronizzati.

  

 

La pausa: caratteristica imprescindibile.

Ormai agli orologi è possibile trasmettere impulsi con un grado di precisione che arriva al decimo di secondo. Tuttavia, la breve pausa della lancetta dei secondi è da tempo un vero e proprio cult. Per questo l’orologio delle stazioni FFS presenta ancora oggi questa peculiarità, diventata famosa il tutto il mondo, tanto che l’orologio è esposto al Museum of Modern Art (MOMA).

 

 

Lo sapevate? L’ABC delle FFS.

Moser-Baer.
Gli orologi delle stazioni FFS sono realizzati su licenza dall’azienda produttrice di orologi industriali Moser-Baer. Con la marca Mobatime, la Moser-Baer fabbrica anche molti altri orologi industriali destinati a luoghi pubblici e ospedali.

Mondaine.
Le versioni ridotte da polso, da tavola, da tasca e da parete dell’universalmente noto orologio FFS sono realizzate su licenza dall’azienda Mondaine Ltd.


 

12 articoli

2 commenti su “In anticipo sui tempi.

  1. ecco spiegato il dettaglio della lancetta dei secondi che non avevo mai compreso. Comunque per il fatto che si fermasse ha un buon motivo tecnico

Funzione commenti disattivata

Mostrare tutti i commenti