Sfida tra generazioni sugli sci.

Negli anni 2000 Didier Moret (a destra) era noto nell’ambiente svizzero dei tour sciistici. All’apice della carriera, nel 2008, ha vinto la prestigiosa «Patrouille des Glaciers», la gara mondiale più importante e impegnativa di scialpinismo da Zermatt a Verbier.

 

Cielo di un azzurro profondo, neve fresca di due giorni e vista sui Gastlosen, catena montuosa simile alle Dolomiti.

 

Gara contro l’amico e il tempo.

Oggi il 42enne sfida l’amico di allenamento più giovane di 13 anni, Cédric Remy. I due amici, entrambi appassionati di sport, in passato si sono spesso sfidati in varie entusiasmanti gare di biathlon.

Alle 9 del mattino le condizioni non potrebbero essere migliori per Didier e Cédric.

 

Con gesti esperti assicurano le pelli di foca agli sci e attivano le app sui loro smartphone per cronometrare il tempo. Chissà, forse oggi riusciranno a battere l’attuale record di 61 minuti sul loro percorso lungo 3,1 km. All’inizio il percorso vita corre su una zona aperta, con un panorama magnifico.

Didier si gode la rapida salita con ogni cellula del suo organismo.

C’è chi preferisce un altro tipo d’allenamento, ma lui rifiorisce man mano che l’altitudine aumenta. Attualmente ricarica le batterie per il lavoro nel suo negozio di articoli sportivi e per la sua famiglia, alla quale tiene più di ogni altra cosa. I suoi tre figli sono nati nell’arco di due anni: la stessa frequenza con cui Didier affronta le montagne.

 

Ora il percorso attraversa l’idilliaco bosco di pini, con un alternarsi di tratti ripidi e piani.

 

Anche la gara tra Didier e Cédric è un alternarsi continuo al comando tra l’esperto e il più giovane.

Uffa, certo che potrebbe farcela a battere ancora una volta l’amico più giovane…

 

Si avvicina sempre più la meta, che si trova presso la Bärghus sul Musersbergli: nel tratto finale Didier e Cédric cominciano ad accelerare sul serio. Arrivano al traguardo quasi contemporaneamente, ma Didier è il primo. Non basta per battere il record, ma la vista sulla valle e l’imminente discesa sono già un premio sufficiente.

4 x Vitaski: In sintesi.
Nella Regione di Friburgo ci sono quattro percorsi vita-sci adatti sia ai professionisti che ai principianti. Si tratta di un’ottima possibilità per tutti coloro che si allenano per una maratona sugli sci o vogliono provare un’escursione sugli sci. La partenza e il traguardo sono contrassegnati dai cartelloni. Il tempo si cronometra con l’app Timetoo.
Ulteriori informazioni
Route profile Jaun

 

Questo contributo è stato realizzato in collaborazione con Schweiz Tourismus.

 

15 articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *