Situazione eccezionale sulla rete FFS.

Da giugno a settembre, in Svizzera si tengono circa 250 eventi. In questo periodo nove milioni di visitatori desiderano viaggiare da A a B. Tre collaboratori raccontano come le FFS riescono a superare questa sfida di proporzioni colossali. Scopri come Thomas, Marcel e Ljulzim vivono questo periodo eccezionale.

 

Thomas, il pianificatore lungimirante.

Thomas Zieberg è responsabile per l’intervento degli accompagnatori del treno nelle stazioni. Il suo lavoro per gli eventi estivi inizia con mesi di anticipo. Egli coordina 18 responsabili dei team e altri 600 collaboratori. Per aiutarti, pianifica gli interventi degli , i quali rispondono alle tue domande alla stazione e ti accompagnano al collegamento ferroviario da te desiderato. Con il loro aiuto tutto può svolgersi senza intoppi. «Già soltanto la presenza di un assistente alla clientela FFS alla stazione è preziosa per i clienti», ci racconta. «Ciò dà ai viaggiatori la sensazione di ricevere assistenza adeguata in qualsiasi momento» e aggiunge: «La maggior parte dei clienti apprezza molto questo impegno extra delle FFS.»

 

Marcel, lo specialista del piano B.

Marcel Rupp organizza lo svolgimento operativo, impiegando gli assistenti alla clientela sul posto. Nelle giornate in cui si svolgono diversi grandi eventi contemporaneamente, Marcel è davvero messo alla prova. In questi giorni le stazioni vengono invase da persone. Dello Züri Fäscht racconta: «Non appena i fuochi d’artificio sono finiti, tutti i visitatori si recano in massa alla stazione. In questo momento facciamo uno sforzo extra, impiegando un numero adeguato di assistenti alla clientela. Essi accompagnano i viaggiatori ai binari, in modo che i treni siano occupati uniformemente.» Marcel ha sempre pronto un piano B con cui è in grado di far tornare a casa le persone che arrivano in ritardo ai treni dopo un concerto. Per gli eventi si coordina con partner interni ed esterni. Per la sicurezza collabora con la Polizia dei trasporti e per la pulizia con RailClean.

 

Ljulzim, il lavoratore notturno.

Ljulzim Djambazi è specialista della pulizia alla stazione di Lucerna e, insieme al suo team, fa in modo che tu possa viaggiare su un treno pulito. I team di pulizia lavorano 24 ore su 24. L’ultimo turno inizia alle 22.00 e dura fino alle 5.00 di mattina. Di notte il suo team pulisce i treni da cima a fondo. In concreto questo significa smaltire i rifiuti, lavare le finestre, aspirare la polvere e naturalmente pulire le toilette. Ljulzim e il suo team sono ben affiatati: in questo modo sono in grado di soddisfare gli elevati requisiti di pulizia a bordo dei treni. Intervistato, Ljulzim dichiara: «Sul treno è come in hotel: se l’igiene è accurata, i clienti sono soddisfatti.» Di giorno effettua insieme al suo team una pulizia a vista del treno. Questo tipo di operazione deve avvenire rapidamente, in quanto durante il giorno i treni rimangono alla stazione per poco tempo. Alla fine dell’intervista Ljulzim ci racconta: «Mi ricordo bene degli Europei 2008: in quel periodo avevamo davvero moltissimo lavoro, ma le tante nazioni presenti e il buonumore degli olandesi ci hanno davvero motivato.» Per questo guarda con fiducia anche a quest’estate.

 

 

3 articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *